venerdì 5 agosto 2016

Orange Fiber 2° parte ... da un sottoprodotto ad un filato di alta qualità

continua ... la seconda parte dell'intervista di Orange Fiber ...



- Quanto è difficile nel panorama odierno creare un’azienda così complessa?

Trasformare un’idea in un’impresa non è semplice e per un progetto industriale sperimentale come il nostro probabilmente lo è ancor di più.
La necessità di fondi è per noi una costante. Stiamo avviando una nuova campagna di apertura di capitale e siamo alla ricerca di fondi pubblici e privati. Sicuramente avere la liquidità per sostenere la ricerca e lo sviluppo, e poterla avere in tempi veloci, è fondamentale.
L’altro ostacolo che affrontiamo regolarmente è quello della ricerca di informazioni puntuali su cosa è disponibile. Sia che cerchiamo impianti industriali con cui collaborare, sia che cerchiamo persone con particolari competenze, sia che cerchiamo di attivare dei contatti con potenziali partner. La ricerca di informazioni e dati è sempre un processo complesso e faticoso.
Un ultimo problema è legato alla filiera produttiva dei nostri prodotti, che in parte non è in Italia. Nel settore tessile c’è un segmento del processo produttivo che non è quasi più presente in Italia.
Mettere su un’azienda come Orange Fiber non è semplice, ma con determinazione, sacrificio e l’adeguato mix di competenze e supporto, anche l’impresa più complicata può trasformarsi in realtà.
E’ con grande gioia infatti, che oggi possiamo dire di essere vicine ad un traguardo fondamentale: stiamo lavorando all’ottimizzazione del processo di produzione industriale del nostro filato e ci prepariamo all’importante sfida del lancio del prodotto sul mercato entro il 2016 in co-branding con un’importante azienda di moda.
 

- Qual è stata la difficoltà più grande che avete incontrato?

Per un progetto come il nostro, che ha bisogno di ricerca applicata e di un percorso di scale up industriale, la difficoltà maggiore è sempre stata reperire i fondi sufficienti per sviluppare il progetto fino al suo ingresso nel mercato. Fortunatamente, in questi anni, siamo riusciti a superare questo scoglio con un mix di agevolazioni statali, capitale di rischio di Business Angel ed il supporto ricevuto da acceleratori ed incubatori che ci hanno messo a disposizione competenze e network professionali.
 

- Quant’è importante al giorno d’oggi la sostenibilità ambientale?

Con l’aumento della popolazione mondiale e una sempre maggiore richiesta di beni di consumo (cibo, abbigliamento ) da parte dei consumatori, è aumentata la pressione sulle risorse naturali del pianeta, una pressione destinata a lasciare dietro di sé solo macerie.
Ecco che il tema della sostenibilità ambientale diventa cruciale.
Occorre rivoluzionare i tradizionali metodi di sviluppo e di consumo e concentrarsi su una crescita più attenta e consapevole, capace di preservare il nostro pianeta intatto per le future generazioni, sul modello dell’economia circolare.
Fortunatamente, negli ultimi anni, l’attenzione al benessere della persona e dell’ambiente è cresciuta in maniera esponenziale investendo tutti settori produttivi, dal food al tessile-abbigliamento.
La sostenibilità ambientale oggi non è una moda, è un modo di agire, che chiama in causa tutti, dai produttori ai consumatori.
E coniugare sviluppo e sostenibilità è possibile, il nostro progetto – in grado di ottenere una materia prima-seconda da un sottoprodotto industriale non rivale all’alimentazione, che non incide sulle risorse naturali ma al contrario ottimizza lo sfruttamento di una matrice che altrimenti andrebbe smaltita – ne è la prova.
 

- Qual è il vostro obiettivo più grande, il vostro sogno?

Il nostro sogno con Orange Fiber è sempre stato quello di riuscire a creare un prodotto unico capace da un lato di rispondere alle esigenze di sostenibilità e innovazione del comparto moda e dall’altro di generare un impatto positivo sull’ambiente - contribuendo a risolvere il problema dello smaltimento dei sottoprodotti agrumicoli - e sulla società - contribuendo a sensibilizzare i consumatori sul tema della sostenibilità e creando nuovi posti di lavoro.
Il nostro obiettivo più grande è fare di Orange Fiber il first mover italiano nel segmento dei tessuti sostenibili attraverso una produzione “green” da fonti rinnovabili capace di dare nuova vita al comparto manifatturiero italiano, e creare un marchio altamente riconoscibile e differenziato dagli altri per l’impegno nella tutela dell’ambiente e la trasparenza dell’intera catena di produzione.


Non perdetevi la terza e ultima parte dell'intervista con altre interessantissime domande, a breve sul blog ....






25 commenti:

  1. Complimenti! Un'azienda e un'idea al passo coi tempi, quando si parla aumento della popolazione mondiale vuol dire essere consapevoli e un passo avanti a chi nega tutto questo e continua a produrre senza nessun limite e senza nessuna riflessione scientifica e etica. Sarà un percorso difficile il vostro ma merita di essere fatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Serena :) Passare dall'idea all'impresa non è semplice, ma con tanta determinazione, duro lavoro e un po' di fortuna, siamo riuscite a raggiungere importanti traguardi. Adesso ci aspetta la sfida del lancio sul mercato dei nostri prodotti e non vediamo l'ora!

      Elimina
  2. I love your blog ;3 your photos are amazing
    follow4follow? let me know on my blog
    have a nice day! xoxox

    za wszystko się odwdzięczam, odpowiadam na kazda obserwacje ;3JUST EMSi

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Thank you Jackie :) Discover more about our project on www.orangefiber.it

      Elimina
  4. Lovely post dear! Have a great weekend! xx

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Grazie di cuore Federica e grazie anche a Manuela per aver scelto di raccontare il nostro progetto. A presto con tante altre novità ;)

      Elimina
  6. Che bella quest'idea Manu, io ti adoro anche per questo motivo. Mi piace il modo in cui ci racconti ciò che è dietro ad aziende come questa.
    un bacione
    Maggie Dallospedale Fashion diary - Fashion blog

    RispondiElimina
  7. Magnifica idea🎀
    Chiara
    Www.chiaraangiolino.it

    RispondiElimina
  8. Un'idea fantastica e raccontata in un modo esemplare;) un bacione

    RispondiElimina
  9. Sarei curiosa di sapere con quale azienda del fahion system Orange Fiber ha trovato un accordo. In ogni caso un grande in bocca al lupo per questo progetto bello e sostenibile.

    xoxo
    www.bellezzefelici.blogspot.com

    RispondiElimina
  10. un progetto davvero ammirevole! servono tante idee e tante donne come voi! complimenti!
    baci Gina

    new post
    http://f-lover-fashion-blog.blogspot.it

    RispondiElimina
  11. davvero complimenti a quest'azienda, ammirevoli :)
    www.carmy1978.com

    RispondiElimina
  12. Wonderful post. ^^
    Have a nice weekend...

    RispondiElimina
  13. Wow, that's pretty interesting. Happy weekend, Manuela.
    kisses
    Lenya
    FashionDreams&Lifestyle

    RispondiElimina
  14. Molto interessante...complimenti per l'idea e per l'intraprendenza e la determinazione nel metterla in pratica! In bocca al lupo e buon lavoro! ;-)
    Bacio
    Paola ♡
    PollywoodbyPaolaFratus

    RispondiElimina
  15. Incredibile. Complimenti, mi piace molto la vostra idea.

    https://mygreenshopping.blogspot.it/

    RispondiElimina
  16. Bene!!! Complimenti e avanti così!
    Un abbraccio

    TruccatiConEva

    RispondiElimina
  17. Amazing pics!
    Have a nice week-end!
    Gil Zetbase
    http://gilzetbase.com/

    RispondiElimina
  18. Grande Manu, avevo segnalato anch'io la notizia, sono fortissime queste ragazze!!!

    Buonissimissima giornata!!!! ;))))

    Bacio bacio

    Paolo

    RispondiElimina
  19. Muy interesante Manuela bacio de Susana de piñadelys.com

    RispondiElimina
  20. Che meraviglia questi prodotti , ne ho sempre sentito molto parlare ma ancora non ho avuto l'occasione di provarli!! La linea make up deve essere fantastica!!
    Un abbraccione forte forte!

    best education service

    RispondiElimina
  21. FIRST OF ALL YOUR BLOG ITS SO GREAT AND GOOD POST THANKS FOR THIS SHARE IT HAVE A NICE DAY

    best education service
    FREE SOFTWARE HAT

    RispondiElimina